AttivitàTutela fauna selvatica

Dalla parte di rospi, rane e salamandre

Proseguono le attività a tutela degli anfibi sul territorio varesino. Con una rete di associazioni, formata da Lipu, Legambiente, Royal Wolf Rangers e Gev, siamo presenti in diversi luoghi della provincia varesina.

Per il secondo anno è attivo il progetto tutela anfibi di Villa Toeplitz: le vasche del parco sono un’autentica oasi di biodiversità, con migliaia di girini di rospi e rane, oltre a qualche esemplare adulto. Si possono osservare facilmente: da qui il lavoro di salvaguardia e sensibilizzazione per evitare che vengano toccati o prelevati, dal momento che sono estremamente delicati e vulnerabili. Sono presenti esemplari di rospo comune (Bufo bufo), rana agile (Rana dalmatina), Salamandra pezzata (Salamandra salamandra Linnaeus)

Con il Progetto SOS rospi di Luvinate più di 350 esemplari di rospo comune (Bufo bufo) sono stati salvati nel periodo tra febbraio e aprile 2020, grazie ai volontari delle associazioni e soprattutto grazie all’indispensabile lavoro di alcuni luvinatesi particolarmente attivi, che hanno potuto monitorare la zona in modo costante mettendo in salvo parecchi degli esemplari. E ora si pensa alla progettazione dell’area umida nel giardino della scuola primaria: un progetto che consentirebbe di rafforzare la popolazione di rospi presenti in modo incisivo.

Anche le attività anfibi di recupero svolte a Bernate, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Casale Litta, hanno permesso di mettere di salvare dal traffico della strada provinciale molti esemplari: oltre 420 rane, tra rana dalmatina e rana di Lataste, e una quarantina di rospi. Osservati anche alcuni tritoni.

E ancora: abbiamo svolto alcuni monitoraggi di altre zone umide in provincia, ad esempio ad Albizzate, insieme all’associazione Verdi Orizzonti.